28 Set A Bangkok le cabine del telefono dismesse diventano box per i pit-stop dei ciclisti

Questa volta i Thailandesi hanno avuto più fantasia persino di noi italiani. La TOT – che è l’equivalente della nostra Telecom – ha deciso di trasformare alcune delle oltre 4.000 cabine telefoniche dismesse nell’area di Bangkok in mini stazioni di servizio per ciclisti, a disposizione di tutti per riparare una foratura, gonfiare la propria bici e controllare lo stato di salute della propria bici.

Alimentate con energia solare, aperte 24 h al giorno e utilizzabili completamente in modo gratuito, i bike-box sono equipaggiati con un set completo di utensili di base che include pompe per bicicletta, chiavi e cacciaviti, ganci da lavoro per appendere la bici e persino una porta USB da 12 volt per ricaricare le batterie dello smartphone, nel caso la riparazione richieda più tempo del previsto.

Di certo c’è che queste stazioni di servizio per bici non sono tante quante potrebbero essere: all’inizio dell’anno ce ne erano solo 5 in tutta la Thailandia, numero che dovrebbe salire a 20 entro la fine dell’anno. Tuttavia, l’idea di trasformare un luogo inutile e abbandonato in qualcosa di utile e creativo è sicuramente divertente, vincente e sostenibile!

E in Italia? Per il momento niente di tutto questo… Godiamoci però le nostre officine tradizionali, dove lavorano tanti super meccanici che i problemi alla nostra bici, di sicuro, ce li risolvono! Visita la mappa di tutti i negozi BRN a questo link e scopri l’officina più vicina a casa tua!

Leggi l’articolo originale qui

Share
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone