18 Apr Come inventarsi un lavoro grazie alla bici? Ecco la storia di Ortociclo.it

La bicicletta non sarà l’unica soluzione per uscire dalla crisi, ma di sicuro rappresenta una bella opportunità. Mentre molte delle regioni Italiane stanno investendo in modo davvero consistente su progetti legati a nuove forme di mobilità sostenibile – 10 milioni di euro stanziati proprio in questi giorni dalla sola regione Emilia-Romagna – in giro per il Bel Paese sono sempre di più le persone che scelgono di lavorare in bici mettendosi in gioco pedalando.

È il caso ad esempio di Andrea Morandi, fondatore di Ortociclo.it. Una piccola realtà che grazie alla sensibilità, la passione e l’intraprendenza del suo fondatore è riuscita a far convergere mondi apparentemente distanti, come quello dell’agricoltura, del commercio e del ciclismo. Andrea di fatto consegna frutta e verdura a domicilio con la sua cargobike, facendo da selezionatore e distributore di prodotti tipici e locali, mettendo in comunicazione la periferia agricola della sua città con il centro. 

Oltre al “Kilometro Zero”

 

Tutti i giovedì e i sabato Andrea si sveglia e va a lavorare in bici effettuando le consegna degli ordini raccolti attraverso il suo sito internet, lungo le strade di Brescia. Anche se parliamo di prodotti spesso biologici, coltivati e raccolti nella stessa area in cui poi vengono consumati, parlare di Km0 può suonare riduttivo: l’area in questione ha un raggio di una quindicina di chilometri, che Andrea pedala in lungo e in largo in sella ad una cargobike a pedalata assistita che a pieno carico pesa oltre 100kg.  

Insomma diamo ad Andrea quel che è di Andrea: il merito di essersi inventato un modo per lavorare in bici distribuendo frutta e verdura a “chilometro zero”, anche se nelle sue gambe c’è già tanta strada fatta e tanta ancora tutta da fare! 🙂

fonte: bikeitalia.it 

Share
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone